MARIGLIANO. L'ultimo disco di Franco Esposito

UN PENSIERO NAPOLETANO … DAL ’45 AD OGGI

Franco EspositoMARIGLIANO. Franco Esposito, nato a Marigliano (NA) in una famiglia di antiche tradizioni musicali, segue le orme paterne fin da piccolo suonando dapprima le percussioni, poi la batteria. Negli anni ’60 crea diversi gruppi musicali, tra cui Les Amants, La civiltà moderna,

facebook 16x16 twitter 16x16

di buona fama nell’ hinterland napoletano e vesuviano, tant’è che spesso erano da supporto ai più grandi nomi della musica leggera italiana del momento. Prosegue, dunque, ininterrottamente la carriera di batterista fino al momento in cui decide di mettere da parte “bacchette e rullante” per far conoscere al pubblico la sua voce, fino ad allora tenuta quasi “nascosta”. Ha inciso tre dischi, ascoltabili sul sito www.francoesposito.it: “Un’ora solo ti vorrei” , 2002, raccolta di 12 brani, riproposti in versione totalmente riarrangiata, del celebre gruppo napoletano degli anni ’60/‘70 Showmen, capitanato dallo strepitoso e, purtroppo, poco ricordato Mario Musella, e “Tutto in una sera”, 2004, lavoro discografico in cui ha racchiuso il meglio del suo repertorio live che spazia dalle indimenticabili ed inimitabili pagine del classico napoletano, alle intramontabili e sempre amate canzoni degli anni ’60. Di natura più “storico-culturale”, invece, l’ultimo lavoro discografico “Un pensiero napoletano … dal ’45 ad oggi”, presentato la scorsa settimana a Nola, presso l’Hotel Giordano Bruno. “Con la fine della seconda guerra mondiale - afferma Franco Esposito - la canzone napoletana, che aveva taciuto per ovvii motivi, ricomincia la sua prospera produzione. Dopo lo sbarco degli alleati, in particolar modo degli americani, è inevitabile l’influsso del jazz e del rock che “stregano” gran parte degli autori del periodo, Renato Carosone per tutti. Ma la nuova produzione non ripudia quanto di bello era stato fatto fino ad allora e continuerà la tradizione armonico-melodica che tanto grande aveva reso la canzone napoletana in tutto il mondo. Il tango serenata, la villanella, la macchietta, la barcarola, la tarantella lasciano il posto alla beguine, al terzinato, alle duine. Un altro elemento nuovo è sicuramente la scomparsa del poeta e l’avvento del paroliere: prima era il poeta che scriveva il testo ed il musicista successivamente componeva la musica ora, invece, il paroliere adatta il testo alla musica scritta precedentemente. Negli anni ’90, poi, con l’avvento del filone “neomelodico”, l’era della canzone “classica” napoletana scompare definitivamente. Partendo da questi presupposti e, prendendo in considerazione la fase storica suddetta, questo lavoro discografico nasce dalla volontà di evidenziare, in sequenza scrupolosamente storico-cronologica, alcune tra le pagine più belle della musica napoletana di questo periodo, “innovando” ulteriormente i brani con arrangiamenti in chiave moderna, anche se non mancano innesti di ritmi popolari, pur lasciando inalterate le strutture e le melodie”.   Carlo Esposito

facebook 40x40 twitter 40x40                                                 

Il disco o i singoli brani sono acquistabili su i-tunes, all’indirizzo

http://itunes.apple.com/it/album/un-pensiero-napoletano..dal/id498175949

e sui più importanti portali di vendita di musica on line.

 

- Per contattare Franco Esposito:

  tel-fax: 081/8413448      

  cell.: 338 4810559

  sito internet: http://www.francoesposito.it       

  e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

              This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


Post your comments...