MARIGLIANO. La giunta Sodano aumenta imu - irpef - cosap

LA GIUNTA SODANO BATTE CASSA: AUMENTA L’IMU L’ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF E LA COSAP

Il Pd accusa il sindaco Sodano di tartassare i contribuenti e sperperare soldi pubblici

Sodano-Russo 800x352

MARIGLIANO. L’amministrazione in carica, guidata dal sindaco, Antonio Sodano, non riesce per due volte a garantire il numero legale in consiglio per l’approvazione del bilancio consuntivo ed la giunta delibera ...

facebook 16x16 twitter 16x16

 MANIFESTO IMU-29-07-2012 resizel’aumento dell’imu, addizionale comunale irpef ed il canone per l’occupazione spazi ed aree pubbliche. E’ quanto denuncia il Pd cittadino con un manifesto murale (… in foto). “… Per tenere unita la sua traballante maggioranza –si legge- e portare a termine i propri progetti, distribuisce incarichi dirigenziali ed aumenta i settori amministrativi da otto a tredici con enorme aggravio di spesa, ma nulla fa per sanare sprechi e recuperare crediti”. Il manifesto chiude con un’esortazione a Paolino Russo da Nola, riferendosi all’on. Del Pdl, Paolo Russo, che ha trasferito il suo quartier generale da Marigliano a Nola. “Fino a quando Paolino Russo da Nola continuerà a ispirare e proteggere simili amministratori?”. In periodo di crisi si risparmia fino a ridurre i servizi. Aggravare la pressione fiscale, di questi tempi, significa mettere le mani nelle tasche dei cittadini svuotandole. Non è stata sufficiente la stangata del governo Monti che ha reintrodotto la tassa sulla prima casa aumentando gli estimi catastali del sessanta per cento e le aliquota imu. Gli attuali politici del fare, i Sodano, i Russo, quelli della riduzione delle tasse ed abbassamento della pressione fiscale dimenticano il passato e le promesse e spremono i soliti contribuenti. Sia ben chiaro, ora i rappresentanti cittadini del Pd denunciano gli aumenti, ma nessuna coalizione ammnistrativa dovrebbe ripeterlo, al di la del colore politico, dato che siamo giunti ad un punto di non ritorno, senza prospettive di sviluppo economico, con bilanci familiari ridotti al lumicino e sperperi pubblici spesso giustificati solo dal menage delle caste politiche. E’ insopportabile ed insostenibile il cambio di direzione di chi dice una cosa e ne fa un’altra. Meglio stare fermi a ridurre le spese della macchina comunale: con quel che si vede, strade dissestate, marciapiedi pieni di buche, pubblica illuminazione fatiscente e vecchia, rete idrica ridotta ad un colabrodo, la cui acqua non la beve più nessuno, è sopportabile perfino la riduzione dei servizi comunali e, soprattutto, degli sprechi. Si riducano le uscite comunali, risparmiando su tutte le voci, con un bilancio economico straordinario. I cittadini capirebbero. L’imu è considerata dalla popolazione una imposta ingiusta: la giunta comunale rincara la dose. Carlo Esposito

facebook 40x40 twitter 40x40


Inserisci i tuoi commmenti...